Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per consentire la fruizione ottimale del sito. Proseguendo la navigazione, si accetta il nostro utilizzo dei cookie ok
Per maggiori informazioni o negare il consenso, [LEGGERE QUI].

Pagina Facebook di Vivi Rimini Pagina Twitter di Vivi Rimini

IL MAF PER LA FESTA ARTUSIANA 2019

IL MAF PER LA FESTA ARTUSIANA 2019
Città: Forlimpopoli (Forlì-Cesena)
Luogo: Museo Archeologico
Categoria: Mostre

Periodo: dal 23 giugno all’8 settembre 2019

Descrizione:

In occasione della XXIII edizione della Festa Artusiana, il MAF-Museo Archeologico “T. Aldini” di Forlimpopoli in collaborazione con RavennAntica-Fondazione Parco Archeologico di Classe, offre aperture straordinarie in orario serale. Tre i turni di visita: alle 20.00, alle 21.00 e alle 22.00. Sono, inoltre, proposte visite guidate alla Rocca (I segreti della Rocca) e ai suoi suggestivi camminamenti (La Rocca Ordelaffa e i suoi camminamenti).

IL MUSEO È SERVITO. Mostra di piatti d’Artista
Un’altra iniziativa al Museo è l’insolita mostra d’arte a partire da domenica 23 giugno, con presentazione a Casa Artusi (alle ore 19.00) e inaugurazione in Museo (alle ore 20.00).
Con il titolo Il museo è servito figurano esposti venti piatti dipinti da altrettanti pittori attivi in ambito romagnolo, alcuni dei quali già da tempo in contatto con l’ambiente forlimpopolese, i quali hanno trasformato in originali opere d’arte normalissimi piatti d’uso comune nelle nostre case o nei luoghi di ristorazione. In rassegna figurano opere di Barbara Antonelli, Nevio Bedeschi, Giovanna Benzi, Mario Bertozzi, Lucio Cangini, Luciano Cantoni, Roberto Casadio, Claudio Irmi, Amissao Lima, Tommaso Magalotti, Miria Malandri, Adriano Maraldi, Anna Maria Nanni, Luciano Navacchia, Oria (Strobino), Luciano Paganelli, Loris Pasini, Ugo Pasini, Massimo Sansavini, Marino Trioschi. Nei piccoli cerchi magici d’ogni piatto sono rappresentate immagini scaturite dall’estro e dall’inventiva di artisti che si sono resi disponibili a misurarsi con l’Arte di mangiar bene di Pellegrino Artusi.
«Abbiamo ideato un evento leggero e gradevole - affermano i curatori Silvia Bartoli e Orlando Piraccini - ma che riteniamo comunque interessante per gli amanti dell’arte ai quali offriamo “sul piatto” gustosi assaggi dell’attuale vicenda figurativa romagnola».
Proprio la varietà degli stili, dei soggetti trattati e delle soluzioni tecniche adottate costituisce motivo di curiosità e di attrazione particolari lungo l’itinerario espositivo all’interno dei suggestivi ambienti del museo archeologico di Forlimpopoli.
L’iniziativa, promossa congiuntamente dal Comune di Forlimpopoli, dal Museo e da Casa Artusi, in collaborazione con RavennAntica, si avvale del patrocinio dell’Istituto per i Beni artistici, culturali e naturali dell’Emilia-Romagna. La mostra resterà aperta al pubblico fino all’8 settembre 2019.

Vivi Rimini - Gruppo Vivi Romagna - Elevel srl - P.IVA C.F. 02422490397 - Privacy Policy